A.N.P.I.L. Golena del Tevere

A.N.P.I.L. Golena del Tevere

L’ANPIL protegge un tratto di Tevere a valle della diga di Montedoglio, comprendendo il fiume e quella parte della piana alluvionale che viene sommersa solo durante le piene, definita secondo i termini della morfologia fluviale come “golena” e caratterizzata da un popolamento vegetale capace di tollerare la periodica sommersione delle radici. L’area protetta è nata allo scopo di recuperare e valorizzare l’ambiente fluviale, alterato dalla costruzione della diga e dall’attività estrattiva nella fascia golenale.

Questa grande area ribassata e pianeggiante, circondata dai Monti Rognosi, dall’Alpe di Poti e dall’Alpe della Luna, fu celebrata già nel 100 a.C. da Plinio che dalla sua villa presso S. Giustino la descriveva, nella sua Lettera a Domizio Apollinare, come un “immenso anfiteatro”, “una vasta e aperta pianura tutta recinta da monti, le cui cime sono coperte da boschi imponenti e vetusti”, riferendo come il Tevere, che la attraversava, fosse utilizzato per trasportare varie merci a Roma.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...